Il Lino


Unica fibra prodotta in Europa per lo sviluppo industriale, il lino ha trovato la miglior sede di coltura nel Nord della Francia, in Belgio e nei paesi Bassi.

Fibra antichissima, nota millenni prima di Cristo, era nell’antichità simbolo di purezza divina, il che lo fece ritenere un tessuto sacro capace di garantire benessere.

La pianta del lino è composta da un unico stelo con un diametro variabile fra 1 e 3 millimetri, sul quale crescono dalle 80 alle 100 foglie. La sua crescita è rapida e fra tutte le piante tessili è quella che rispetta maggiormente l’ambiente.

La semina avviene tra la metà di marzo e la metà di aprile. È fondamentale garantire il miglior rapporto possibile fra rendimento agricolo, resistenza all’allettamento e qualità di finezza e di solidità della fibra. In un centinaio di giorni, lo stelo raggiunge la sua altezza massima.

Le piante vengono estirpate e lasciate a terra in attesa della pioggia che le macera, sfaldando la parte legnosa della pianta in modo da liberarne la fibra.

Una volta macerato, raggiunta una percentuale di umidità inferiore al 15%, il lino viene raccolto e pressato in grandi rotoballe immagazzinate fino al momento dell’estrazione delle fibre.

Il lino non è di un solo tipo, naturalmente ne esistono circa venti varietà selezionate in Europa Occidentale. Solbiati seleziona solo la prima qualità, per trasformarlo in tessuti pregiati, che rispettano tutte le caratteristiche naturali della fibra.

RESISTENZA

Fra tutti i prodotti tessili naturali, il lino è quello che possiede le fibre più resistenti.
Considerata la sua grande resistenza alla trazione, viene classificato immediatamente dopo gli acciai speciali.
L'elevata componente cellulosica rinforza le fibre, conferendo ai tessuti in lino una straordinaria stabilità dimensionale, un’elevata resistenza meccanica e una durata ineguagliabile.

ASSORBIMENTO DELL’UMIDITÀ

Il lino è in grado di ritenere una massa di acqua almeno uguale alla propria massa secca ed è quindi una fibra ideale per il contatto diretto con la pelle. Che si tratti di abbigliamento o di biancheria per la casa. Studi approfonditi hanno dimostrato che le lenzuola in lino offrono un’incomparabile qualità del sonno, grazie al potere assorbente e alla freschezza duratura.

PROPRIETA’ ISOLANTI E TERMOREGOLATRICI

Il fatto di essere cava all’interno conferisce alla fibra del lino un’importante funzione termoregolatrice che, associata alla capacità di assorbimento dell’umidità, la rende confortevole in tutte le stagioni. Il tessuto inoltre, acquista qualità foniche e isolanti che, nel settore dell’arredamento, si fanno apprezzare in modo particolare.

FIBRA ECOLOGICA E PERFORMANTE

Il lino ha caratteristiche anallergiche. È una materia sana e non irrita la pelle. Si è perfino notata, in alcuni casi, la sua capacità di produrre benefici effetti in affezioni dermatologiche. Antistatico, elimina la polvere. Anti-pilling, non si degrada dall’uso.